Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy


Organi e funzione dell'Autorità d'Ambito

L'Autorità d'Ambito, organo di rappresentanza degli Enti locali per l'organizzazione ed il controllo del Servizio Idrico Integrato, svolge per il territorio di competenza, le seguenti attività:

  • definizione quali-quantitativa del livello del Servizio Idrico da perseguirsi mediante l'approvazione e l'aggiornamento del programma di attuazione delle infrastrutture idriche e del relativo piano finanziario;
  • definizione del modello organizzativo, la scelta delle forme di gestione e l'affidamento del Servizio Idrico Integrato, compresa la salvaguardia degli organismi esistenti;
  • determinazione della tariffa del Servizio Idrico Integrato con le modalità previste dalla legge, nonché la finalizzazione e la destinazione dei proventi tariffari;
  • organizzazione dell'attività di ricognizione delle infrastrutture esistenti attinenti il Servizio Idrico Integrato;
  • attività di controllo operativo tecnico e gestionale del Servizio Idrico Integrato con particolare riferimento alla verifica dei livelli e degli standards prestabiliti nelle convenzioni con i soggetti gestori ai fini della corretta applicazione della tariffa e la tutela degli interessi degli utenti.

Sono organi dell'Autorità d'Ambito, e svolgono le funzioni previste dalla L.R. n° 13/97, dalla Convenzione istitutiva regolante i rapporti tra gli Enti Locali ricadenti nell'Ambito Territoriale Ottimale n° 1 "VCO e Pianura Novarese" per l'organizzazione del Servizio Idrico Integrato:

  • l'Autorità d'Ambito - costituita dai Sindaci dei Comuni non appartenenti a Comunità Montane, dai Presidenti delle Comunità Montane, dai Presidenti delle due   Province, o loro rispettivi delegati;
  • il Presidente dell'Autorità d'Ambito;
  • il Direttore dell'Autorità d'Ambito

Ai sensi dell'art. 4 della L.R. 13/97, le funzioni di organizzazione del Servizio Idrico Integrato, come definite dall’art. 3 della convenzione istitutiva, sono esercitate dalla Conferenza d'Ambito.

 

L’A.T.O n.1 della Regione Piemonte è costituito da: 

  • 2 Amministrazioni Provinciali: Novara e Verbano Cusio Ossola;
  • 3 Comunità Montane appartenenti alle due province;
  • 164 Comuni, di cui 87 appartenenti alla Provincia di Novara (tutti ad eccezione di quello di Vinzaglio, assegnato all’A.T.O. del Biellese,Vercellese, Casalese) e 77 della Provincia del V.C.O. (tutti)

Composizione della Conferenza dell'Autorità d'Ambito n.1:

Provincia di Novara

Provincia del VCO

B.T.O. 1 Alta Agogna

B.T.O. 2 Bassa Agogna

B.T.O. 3 Bassa Valsesia

B.T.O. 4 Cusio

B.T.O. 5 Lago Maggiore

B.T.O. 6 Media Agogna

B.T.O. 7 Media Valsesia

B.T.O. 8 Novara

B.T.O. 9 Ovest Ticino

B.T.O. 10 Verbania

C.M.  delle Valli dell’Ossola

C.M. del Verbano

C.M. Cusio Mottarone, Val Strona e Basso Toce, Due Laghi

 

Regolamento generale dell'Autorità d'Ambito n.1 "Verbano Cusio Ossola e Pianura Novarese"

Convenzione di cooperazione regolante i rapporti tra gli Enti Locali ricadenti nell'Ambito Ottimale Territoriale n.1 "Verbano Cusio Ossola e Pianura Novarese" per l'organizzazione del Servizio Idrico Integrato.